Come prendersi cura del proprio cane

Come prendersi cura del proprio cane

Occuparsi di un cane comporta diverse responsabilità e numerosi cambiamenti di vita, soprattutto in termini di tempo, dovendosi occupare di un essere vivente che ha molteplici esigenze. Prima di aprire la porta di casa a Fido, domandatevi se siete davvero pronti ad affrontare un percorso di vita così lungo in compagnia di un cane, perché se la risposta è positiva, sarà doveroso, da parte vostra, avere cura del benessere e della salute del vostro amico a 4 zampe.

CURA DEL PELO
Prendersi cura del caneÈ importante tenere il cane pulito e, per quanto possibile, privo di odori, in modo tale che sia meglio accettato nei luoghi pubblici, ma anche per l’igiene del quadrupede stesso e del suo proprietario.
La spazzolatura quotidiana del pelo aiuta sia a prevenire i cattivi odori del cane, sia a far si che quest’ultimo perda meno pelo in giro per casa, così da non dover pulire in continuazione, soprattutto nel periodo della muta.
Fido va spazzolato sempre nella direzione del pelo; l’operazione non deve durare più di qualche minuto, in modo tale che il cane non si stressi troppo e non si stufi.
Per far si che durante la spazzolatura i peli non volino troppo in giro, prima di spazzolarlo potete passare una spugnetta bagnata con acqua e aceto di mele, affinché che il pelo bagnato tenda meno a volare in giro; nello stesso tempo l’aceto di mele lascia un odore gradevole sul pelo del quadrupede. Scegliete con attenzione il cardatore più adatto per la spazzolatura in base al tipo di pelo del vostro cane.

CURA DELLE UNGHIE
Occorre prestare molta attenzione alle unghie del cane poiché, se trascurate, possono causare delle infezioni dolorose o essere soggette a traumi qualora crescessero troppo o si incurvassero. La cura delle unghie è un’operazione da fare periodicamente e con scrupolo; nella maggior parte dei casi i cani non amano farsi toccare le zampe, ma essendo necessario, è opportuno munirsi di pazienza ed ingegnarsi per cercare di ridurre al minimo il disagio di Fido.
Innanzittutto bisogna liberare le zampe dai grovigli di pelo (nel caso di un cane a pelo lungo) accorciando il pelo in eccesso che si è insinuato tra le dita; per tagliare le unghie potete utilizzare un paio di forbicine per cani. La parte da tagliare è quella ricurva ed è comunque esigua rispetto alla lunghezza totale dell’unghia; fate attenzione a non eccedere troppo nel taglio per non causare sanguinamento ed infezione.

CURA DELLE ORECCHIE
La cura delle orecchie del cane è molto importante. Dato che l’orecchio può essere facilmente colpito da otiti di varia natura o dall’introduzione di corpi estranei che possono causare infezioni, è fondamentale avere l’abitudine di controllarlo regolarmente e di mantenerlo il più pulito possibile. L’orecchio esterno è formato dal padiglione e dal condotto uditivo; il condotto uditivo, formato da una parte verticale che si apre alla base del padiglione e da una parte orizzontale che arriva fino al timpano, rimane pressoché invariato da cane a cane, mentre la forma del padiglione può variare a seconda della razza (orecchie diritte, cadenti, semicadenti).
Nel condotto uditivo si trovano diverse ghiandole sebacee che producono cerume in quantità più o meno abbondante. Per evitare la formazione di tappi ed eventuali batteri, il cerume dev’essere accuratamente rimosso attraverso l’uso di prodotti specifici. Rigorosamente vietato l’uso dei bastoncini di cotone (cotton fioc), che potrebbero nuocere alla salute del cane. Dopo aver introdotto alcune gocce del prodotto specifico per la pulizia delle orecchie nel canale uditivo, massaggiate a lungo l’attaccatura delle orecchie per far sciogliere e staccare il cerume che si è formato, dopodiché rimuovetelo con una salviettina. Nel caso in cui riscontrate degli arrossamenti o delle secrezioni abbondanti, rivolgetevi immediatamente al vostro veterinario di fiducia, in quanto il cane potrebbe avere dei fastidi o avvertire dolore a causa della presenza di malassezia o di una probabile otite.

CURA DEGLI OCCHI
Gli occhi devono essere puliti frequentemente, soprattutto se si presentano arrossati o lacrimosi.
Utilizzate un batuffolo di cotone idrofilo imbevuto in una soluzione pulente o delle salviettine umidificate specifiche per la pulizia degli occhi.
Se notate dei sintomi di congiuntivite, interpellate il veterinario.

CURA DEI DENTI
Lavare i denti al caneIl mal di denti può venire anche a Fido; se notate sintomi come alito cattivo, gengive infiammate, denti che ballano, inappetenza e salivazione abbondante, vi trovate sicuramente di fronte ad un problema dentale: in questo caso è sempre consigliabile recarsi dal veterinario, il quale provvederà alla detartrasi e al controllo della salute delle gengive del quadrupede.
Se volete prevenire i problemi dentali, assicuratevi che il vostro amico a 4 zampe non mangi solo cibo umido, ma abbia a disposizione crocchette e snack da masticare: l’azione meccanica di sfregare i denti sul cibo secco aiuta a tenerli puliti.
Se Fido è collaborativo – ed è facile che lo sia se lo abituate a questa routine fin da cucciolo – spazzolategli i denti: in commercio ci sono spazzolini e dentifrici pensati appositamente per lui. Sollevate le labbra ai lati della bocca del cane ed iniziate dai denti davanti; muovetevi verso l’interno della bocca con movimenti circolari, curando in particolare l’area di contatto tra gengiva e dente e le parti dove c’è un maggiore accumulo di placca.
Portate il cane dal veterinario per un controllo ai denti almeno una volta all’anno e ricordatevi di ispezionare con regolarità la sua dentatura, così da poter intervenire ai primi segnali di un problema e risparmiare al quadrupede inutili sofferenze.
Se il cane oppone resistenza allo spazzolamento, esistono diverse soluzioni alternative: dentrifrici spray, gel per l’igiene orale, snack da masticare e giocattoli che massaggiano le gengive; il cibo secco aiuta anch’esso a rimuovere placca e tartaro.

Essere un padrone attento e consapevole nei confronti del proprio cane significa anche:
Fargli applicare il microchip e registrarlo all’Anagrafe canina
Vaccinarlo contro le malattie più comuni
Utilizzare gli antiparassitari più adatti alle sue esigenze
Avere cura della sua igiene, lavandolo regolarmente
Prestare attenzione alla sua alimentazione
Portarlo fuori frequentemente e farlo socializzare con i suoi simili
Giocare insieme a lui
Interpretare correttamente i suoi segnali
Educarlo scrupolosamente
Portarlo con sé durante i viaggi e le vacanze
Assicurarlo contro i danni causati a cose, a persone o ad altri animali

About the Author

Il Piccolo Zoo administrator

IL PICCOLO ZOO è un centro di toelettatura per cani e gatti. Ma non solo. Da noi troverai una vasta gamma di prodotti per il tuo animale domestico tra cui collari, cucce, abbigliamento e mangimi delle migliori marche.

Leave a Reply